H. Henri Vergès
Beatificación
8 de diciembre

 

 



 


Conectarse

Hermanos maristas

RSS YouTube FaceBook Twitter

 

Foto de hoy

España: Renovación de los votos del H. Alberto Vizcaya en el Colegio de Chamberi de Madrid

Hermanos maristas - Archivo de fotos

Archivo de fotos

 

Últimas novedades

 


Llamadas del XXII Capítulo General



FMSI


Archivo de novedades

 

Calendario marista

13 noviembre

Santos: Diego de Alcal, Leandro, Estanislao Kostka

Calendario marista - noviembre

Hermanos fallecidos

 
2010 | 2011 | 2012 | 2013 | 2014 | 2015 | 2016 | 2017 | 2018

H. Giorgio Fabrizi

 Fecha de la muerte: 10/12/2014
Lugar: Italia, Carmagnola
Provincia: Mediterránea
Edad: 87FMS
Leer el documento enviado por la Provincia


Antonio Fabrizi nasce a Pescorocchiano (Rieti) il 18 ottobre 1927 da Nicola e Ida Billi. All’età di 13 anni lascia il paesello natio per il seminario di Mondovì. Nel settembre del 43 andrà a Ventimiglia per fare il postulato e l’anno seguente se recherà a Grugliasco dove, con il nome di Fratel Giorgio seguirà il noviziato che terminerà il 24 agosto 1945 giorno in cui per la prima volta si consacrerà al Signore con i voti di castità, povertà e obbedienza nell’Istituto dei Fratelli Maristi. Consacrazione che farà per tutta la vita a Ventimiglia il 26 luglio 1950 con l’emissione dei voti perpetui.

Dopo le prime esperienze di insegnamento con i più piccoli a Giugliano (1946), Mondovì (1949), Piove di Sacco (1950) e Roma (1951), il Fratel Giorgio nel 1960 prende la laurea in lettere e da quel momento alterna la sua presenza tra Viterbo e Genova insegnando soprattutto ai ragazzi del Liceo. A Viterbo trascorrerà 22 anni, mentre a Genova vi rimarrà complessivamente per ben 33! 

Anche quando svolgeva il servizio dell’autorità come Superiore della comunità o come Preside della scuola o quando era incaricato dell’aspetto amministrativo come economo, non ha mai abbandonato l’insegnamento ed il contatto con i ragazzi. Tutti siamo a conoscenza del tempo che dedicava alla preparazione delle lezioni e la meticolosità con cui correggeva i compiti dei suoi alunni.

Ma, con l’avanzare degli anni, un po’ alla volta si è visto costretto, suo malgrado, prima a lasciare l’insegnamento, poi ad occuparsi solo dell’amministrazione ed infine a fare la vita del pensionato. Negli ultimi anni era sempre più evidente la difficoltà di deambulazione ma, se tralasciamo l’ultimo periodo della vita, è sempre rimasto vigile ed autosufficiente. 

Il Fratello Giorgio è stato certamente un dono che il Signore e la Buona Madre hanno regalato alla nostra Congregazione. A lui chiediamo di potere di spendere la nostra vita per il bene dei giovani e di essere fedeli, nel seguire il Signore fino alla fine. 

 

Il Signore, la Buona Madre, San Marcellino e tutta la Famiglia Marista del cielo lo accolgano nella casa del Padre!

Le esequie hanno avuto luogo a Carmagnola, venerdì 12 dicembre alle ore 11 nella Cappella della Comunità.  La salma sarà poi trasportata a Roma dove verrà tumulata martedì 16 dicembre alle ore 10 nella tomba del Verano.

 

Invitiamo le Comunità mariste ad elevare al Signore le preghiere che le Costituzioni prescrivono

e chiediamo agli amici una preghiera di suffragio per il riposo eterno della sua anima.